Chi siamo

Era il 1979 quando AlvaroVenanzio Sisini sollevavano per la prima volta la serranda del loro locale a Trastevere. Da allora sono successe molte cose, tra le quali l'apertura nel 1986 della seconda pizzeria a Re di Roma, ma una cosa non è cambiata mai: la nostra ricetta per una qualità basata sulla semplicità e sulla tradizione gastronomica romana.

La pizza al taglio, lievitata naturalmente, è croccante ma non troppo sottile e racchiude un'alveolatura pronta a sprigionare il profumo del forno: è la base perfetta per condimenti tradizionali come la marinara o la mozzarella e alici e altri più creativi, ispirati agli ingredienti di stagione. Se vi fermate da noi per pranzo o all'ora di cena trovate piatti espressi e fumanti e vi faremo venire l'acquolina in bocca con i fritti e la rosticceria: patatine fritte sfogliate, crocchette di pollo, zucchine in pastella, pollo arrosto? Accomodatevi, siete nel posto giusto. 

Eppure... noi lo sappiamo e lo sapete anche voi: la vera star del nostro bancone è lui, il supplì. Una panatura sottile e croccante, un ripieno di riso al ragù con un sugo corposo e appena acidulo e un cuore di mozzarella calda e filante: vi consigliamo di gustarlo appena fatto, quando scotta ancora e gli ingredienti tutti insieme emanano un profumo che è una sinfonia. Passate da noi e vi possiamo giurare che dimenticherete gli incubi causati dai minuscoli supplì surgelati che avete trovato altrove. Da noi, il supplì è una cosa seria, serissima. 

  • preparazione calzoni
  • riso per supplì
  • il personale della casa del supplì
  • pizza pomodoro mozzarella e basilico
  • fiori di zucca fritti
  • vassoio di supplì al telefono
  • i piatti della tavola calda
  • pizza bianca farcita
  • polli allo spiedo
  • l'interno del locale di trastevere

D'altra parte il supplì è un pezzo della storia gastronomica romana e, come buona parte della nostra tradizione culinaria, nasce come piatto popolare: semplice, gustoso, povero. Se ne comincia a parlare nella seconda metà dell'Ottocento: Roma era straripante di soldati napoleonici, che assaggiata la specialità iniziarono a definirla surprise perché dentro quella rossa polpetta di riso scoprivano la mozzarella bianca e filante. Da surprise a supplì il passo è stato breve nel dialetto romanesco e questo è rimasto il nome della nostra polpetta di riso romana.

Alla Casa del Supplì potete gustare il vero supplì al telefono, perché quando lo spezzate in due un filo bianco di mozzarella tiene unite le cornette. Mangiatelo tenendolo in un tovagliolino e non provate nemmeno a chiederci un coltello e una forchetta, il vero supplì si mangia a mozzichi!

  • pizzaiolo al lavoro
  • wurstel in camicia
  • supplì
  • pizza con i gamberetti
  • patatine fritte
  • i veri supplì al telefono
  • interno del locale re di roma
  • l'impasto della pizza
  • Teglia di pizza al bancone
  • i vari tipi di supplì serviti al bancone